Come far sopravvivere la lavanda in inverno

La lavanda è un piccolo arbusto che non ama le temperature rigide: non solo gelo e ghiaccio, ma nemmeno umidità e piogge invernali. 

Per far sì che il mal tempo non la danneggi, il segreto è intervenire con 2 POTATURE. 

La lavanda ha la tendenza a lignificare i rametti, trasformando velocemente i giovani tessuti erbacei in legno. 

Una volta che lignificano, i rametti difficilmente ributtano foglie e getti nuovi. Questo fa sì che la pianta invecchi precocemente, perché la parte lignificata si spoglia di foglie e diventa più scura. La lavanda tende così ad imbruttirsi, dando l’impressione di una pianta sofferente e decisamente poco decorativa. 

Un modo per mantenere giovane la  pianta di lavanda consiste appunto nella potatura doppia: una a fine inverno (marzo), e una a fine estate (fine agosto/settembre). 

Questo sin dal primo anno, se vogliamo ottenere il risultato migliore! 

La prima potatura della lavanda si esegue a marzo per prepararla alla fioritura.

Sarà il momento giusto quando l’arbusto comincerà a produrre le prime foglie nuove della stagione. 

Si deve tagliare in modo da ridare la forma a sfera, e mai sulla parte dei rami più dura, laddove si è già formato il legno. L’ideale è lasciare almeno una coppia di gemme su ogni ramo. E’ importante tagliare proprio a marzo e non più tardi, per non compromettere l’allungamento degli steli e quindi l’abbondanza della fioritura.

La seconda potatura si fa per riordinare la lavanda dopo la lunga fioritura estiva, approfittando per raccogliere le preziose spighe. E’ importante farla al massimo entro settembre, soprattutto nelle zone con l’inverno rigido, in modo che la lavanda abbia tempo di far ricrescere la nuova vegetazione prima dell’arrivo del gelo e possa attraversare la brutta stagione senza danneggiarsi.

Se avete un cespuglio di lavanda in vaso o in giardino, il nemico numero uno in inverno sarà la neve. Il peso della neve infatti tende ad aprire e rompere i rametti. La potatura corretta aiuterà a mantenere l’arbusto più compatto, ma anche posizionare intorno alla pianta una struttura a cerchio come protezione può essere d’aiuto.

La vita media di una pianta di lavanda è di circa 10 anni, dopodiché è consigliabile rimuoverla e sostituirla con una nuova.

Infine, da tenere sempre presente ⬇️⬇️⬇️

Per far crescere al meglio la lavanda, in ogni caso, 2 sono i principali SEGRETI:

  1. lasciarla esposta il più possibile al SOLE (quindi non piantarla in zone ombrose) 
  2. EVITARE il RISTAGNO di ACQUA

Come acquistare?

Scopri come e dove acquistare i nostri prodotti.


Marchi e Certificazioni

  • lavanda-naturale.png
  • vecetalecento.png
  • biocento.png
  • con-acqua-termale.png
  • con-olio-essenziale-di-lavanda.png
  • energia-rinnovabile.png
  • no-parabeni.png
  • no-test-animali.jpg

Living Giardini & co. srl

Living Giardini & co. srl

La Lavanda del Lago nasce nel 2009; nonostante l’azienda sia relativamente giovane, i valori su cui si fonda sono sani, veri, di altri tempi.

Contattaci Ora

   info@lavandadellago.it

   +39 030 6871259

   +39 030 6871894

   Via Cidneo, 16 25081 Bedizzole (Bs) Italy

Seguici